Mecspe, la manifattura è pronta a ripartire e a tornare in fiera

Verso Bolognafiere a novembre, al fianco di pmi e associazioni

Redazione ANSA MILANO

Il settore manifatturiero è pronto a ripartire e a tornare in fiera. Dopo oltre un anno di sacrifici e impegno, durante il quale il comparto ha mostrato resilienza e capacità di reinventarsi, rafforzando l'uso del digitale, adesso, complice l'avanzamento della campagna vaccinale e le graduali riaperture, "le imprese hanno voglia di ritornare agli eventi in presenza per poter rientrare in contatto con il pubblico e in questo modo dare un impulso decisivo alla ripresa del mercato". Mecspe, la manifestazione fieristica per l'industria manifatturiera 4.0 organizzata da Senaf, "si unisce a questo clima di ripartenza e fiducia". E continua l'impegno al fianco di pmi e associazioni in vista della prossima edizione, riprogrammata a BolognaFiere (23-25 novembre). come dimostrano le storiche partnership con Confartigianato Meccanica e Cna Produzione. Digitalizzazione, formazione e sostenibilità rappresentano il filo conduttore di questa edizione. "Il settore metalmeccanico nel 2020 ha tenuto bene e le perdite sono state contenute, ma si è sofferto molto la mancanza delle fiere", afferma il presidente nazionale della Federazione Confartigianato Meccanica, Federico Boin. Quanto al comparto della meccanica, "in questi mesi di pandemia ha mostrato una decisa tenuta. Il tessuto produttivo delle pmi meccaniche si presenta più rafforzato rispetto al passato sia in termini di liquidità che di patrimonializzazione, quindi, più resiliente e pronto per agganciare la ripresa post pandemia", aggiunge il presidente di Cna Produzione, Roberto Zani. "Il primo spiraglio di luce e di ritorno alla normalità arriverà dalla diciannovesima edizione della fiera Mecspe". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: