Nel 2021 ripartenza macchine utensili e robot

Colombo, Italia tornerà a investire sul settore

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 16 MAR - Per l'industria dei costruttori di macchine utensili, robot e automazione, "il 2021 sarà l'anno della ripartenza, sebbene non riusciremo a recuperare tutto il terreno perduto nel 2020". Lo sottolinea la presidente Ucimu-Sistemi per produrre, Barbara Colombo, durante il webinar di presentazione del piano Transizione 4.0. "Il sentiment generale è positivo in questi primi due mesi dell'anno", aggiunge Colombo, sottolineando che i dati del centro studi Ucimu "prevedono per il 2021 un incremento a doppia cifra di tutti i principali indicatori economici relativi all'industia italiana di macchine utensili, robot e automazione". Soprattuto crescerà il consumo interno: "un segno che il mercato italiano tornerà a investire in macchine utensili". Secondo i dati dell'associazione, la produzione quest'anno dovrebbe salire a 5,8 miliardi di euro (+16,6% rispetto al 2020), trainata sia dall'export (+12%), ma soprattutto dalle consegne sul mercato interno che "stimiamo addirittura arrivare a 2,6 miliardi con un incremento del 23% rispetto all'anno precedente", evidenzia Colombo, ricordando che il 2020 "è stato un anno difficile, chiuso con numeri pesanti: -32% per il consumo e -25% per la produzione". Tra i fattori che sosterranno la ripresa, "la campagna vaccinale, il potenziamento delle misure di incentivo agli investimenti ed Emo Milano che agisce da moltiplicatore della domanda", sostiene la presidente di Ucimu. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: