Gefran: ricavi 2020 a 129,6 mln (-7,7%), pesa Covid

Pesa Covid, contrazione Italia -10,5%

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 10 FEB - Gefran chiude il 2020 con ricavi in calo del 7,7% a 129,6 milioni di euro, contro i 140,5 milioni dell'esercizio 2019, e un utile netto a 4,4 milioni (-37%) rispetto ai 7 milioni dell'anno precedente, a causa dell'effetto negativo dei cambi e di maggiori imposte. Il margine operativo lordo (Ebitda) è positivo per 17,5 milioni (pari al 13,5% dei ricavi) ma segna una variazione negativa di 2,2 milioni, mentre, migliora la posizione finanziaria netta che risulta negativa per 3,7 milioni rispetto ai 9,6 milioni di fine 2019. Sono i risultati preliminari al 31 dicembre 2020 del gruppo bresciano, tra i leader europei dell'automazione industriale quotato allo Star, esaminati oggi dal cda. La contrazione dei ricavi è "imputabile - spiega Gefran in una nota - all'impatto del Coronavirus che ha caratterizzato l'esercizio" e ha interessato diverse aree geografiche, quali, Italia (-10,5%), Unione Europea (-13%), Nord e Sud America (rispettivamente -19,6% e -17,7%, parzialmente influenzati dagli effetti del cambio). L'Asia ha registrato un risultato positivo (+9,2%), grazie alle buone performance del business sensori. I ricavi per area di business registrano complessivamente diminuzioni in tutte le linee: negli azionamenti (-8,6%), nei componenti per l'automazione (-10%) e in maniera più contenuta nei sensori (-4,7%). (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: