Misiani,digital divide tema sociale;rischio nuove disparità

Castelli, bisogna potenziare l'offerta formativa sul digitale

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 06 NOV - "Il digial divide molto forte nel paese e la limitata alfabetizzazione di tante famiglie rappresentano un tema sociale. C'è il rischio che si creino nuove disuguaglianze legate al mancato accesso alla banda ultralarga di un significativo pezzo di società. Lo ha detto il viceministro dell'Economia, Antonio Misiani, intervenendo all'incontro "Le filiere d'Italia" organizzato da The European House-Ambrosetti e Philip Morris. In tal senso "le risorse europee ci possono aiutare", afferma Misiani, ricordando che l'Ue ci indica come strada da seguire quella della transizione ecologica e della transizione digitale. Secondo il viceministro, "Industria 4.0 è stata una politica di successo, che ha accelerato la transizione del manifatturiero verso il digitale, ed è un punto chiave per il futuro". Per Misiani, "l'ambizione del paese deve essere quella di intraprendere un sentiero e un modello di sviluppo diverso", perché "non possiamo accontentarci di tornare all'Italia pre-Covid che cresceva poco". Sul digitale "i problemi sono ancora moltissimi", sottolinea la viceministra dell'Economia, Laura Castelli, evidenziando la necessità di un "potenziamento dell'offerta formativa a tutti i livelli, partendo dai più piccoli". Invece "facciamo fatica e, ad esempio, sui servizi digitali non capiamo se è più importante dare il tablet ai bambini o cambiare i corsi di formazione a tutti i livelli" (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: