In Italia cresce collaborazione tra startup e imprese mature

Osservatorio, da Corporate Venture Capital 1,77mld;è prima fonte

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 21 OTT - L'Italia conferma il trend di crescita degli investimenti in startup innovative da parte di aziende italiane e internazionali e, conseguentemente, la dinamica positiva dell'open innovation. Il Corporate Venture Capital, con 1,77 miliardi, è la principale fonte di investimento nell'ecosistema delle startup e pmi innovative. E' quanto emerge dall'Osservatorio promosso da Assolombarda, InnovUp, Smau e la Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi, con la partnership scientifica di InfoCamere e degli Osservatori del Politecnico di Milano e con il supporto di Confindustria e Piccola Industria Confindustria. Negli ultimi due anni (settembre 2018-settembre 2020) il numero delle quote dei soci Corporate che hanno investito in startup innovative è aumentato dell'83,7%, da 7.653 a 14.055 unità, di cui circa 6.000 partecipazioni dirette (+ 62,3%). A queste si aggiungono 5.900 quote in pmi innovative (1.941 partecipazioni dirette). Gli operatori Corporate (1,77 miliardi), cioè le imprese mature del sistema industriale italiano e internazionale, e quelli Family&Friends (1,28 miliardi), ovvero persone fisiche e ditte individuali, contribuiscono a oltre il doppio degli investimenti provenienti dagli investitori specializzati (1,05 miliardi), fondi di venture capital in primis. Quanto ai dati di bilancio, nel 2019 il fatturato generato da startup e pmi innovative è pari a 2,5 miliardi di euro. Il 57% di questi ricavi, pari a 1,46 miliardi, è prodotto da aziende nel portafoglio di corporate venture capital. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: