Hype, e-commerce supera negozi

Giù spesa per ristoranti (-77%), viaggi (-72%) e trasporti(-58%)

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 27 APR - Con il lockdown "per la prima volta" i pagamenti attraverso siti di e-commerce hanno superato i pagamenti digitali nei negozi fisici. A rilevarlo è la banca online Hype, che ha analizzato le abitudini di consumo di oltre 1 milione di suoi clienti, a seguito della diffusione del Covid-19. "I pagamenti online hanno toccato quota 52% lo scorso 10 marzo, dopo l'estensione del lockdown, per arrivare al 63% il 23 marzo", rileva Hype sulla base della sua clientela, che ha "sempre privilegiato i pagamenti via app, ma nel negozio fisico". "Di fatto, si sono invertite le proporzioni registrate prima della quarantena. Sono numeri di rottura, per quanto ancora equilibrati e riferiti a un campione di consumatori evoluto, qual è quello degli 'hyper' che tuttavia oggi, superando il milione di persone, è altamente rappresentativo", spiega la 'challenger bank'. La pandemia da Covid-19 ha cambiato le abitudini di spesa per categoria e, non sorprendentemente, Hype registra un crollo di tutte le transazioni legate alle attività fuori casa-ristorazione (-77%), seguite da viaggi (-72%) e trasporti (-58%). E' boom dell'elettronica (+45%), sulla scorta dell'impennata dello smart working, e aumentano finanziamenti e prestiti (+37%), così come le operazioni legate ai servizi (assicurazioni e bollettini, +25%). In crescita anche shopping (+28%) e alimentari (+24%), ma "la categoria cresciuta di più in assoluto è quella delle donazioni (+520%)". Le variazioni misurano il cambiamento di abitudini nel periodo del lockdown tra l'8 marzo e il 25 marzo rispetto alle due settimane precedenti pre-lockdown (19 febbraio - 7 marzo). (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: