RSM Classic inizia nel segno di Villegas e Wallace

Colombiano dedica leadership a Mia, la figlia morta a luglio

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 20 NOV - Dal dramma al sogno. L'RSM Classic inizia nel segno di Camilo Villegas leader - per un primato condiviso con l'inglese Matt Wallace - a Saint Simons Island, in Georgia (USA), nel torneo del PGA Tour di golf.
    "Una partenza per Mia. Amava l'arcobaleno e oggi giocando sono riuscito a vederlo e subito ho pensato a lei trovando forza e giusta energia". Il 27 luglio 2020 il colombiano Villegas e la moglie María Ochoa hanno perso il loro amore più grande. La figlia Mia, nel giorno in cui avrebbe dovuto compiere 22 mesi, è morta al Nicklaus Children's Hospital di Miami dopo una battaglia contro un tumore al cervello e alla spina dorsale. A distanza di quasi 4 mesi Villegas, 38enne di Medellín, ha ritrovato la forza grazie al "green". E adesso, col pensiero sempre rivolto a Mia, punta il quinto successo in carriera sul massimo circuito statunitense, a 6 anni di distanza dall'ultimo (Wyndham Championship nel 2014).
    L'RSM Classic in Georgia è cominciato anche nel segno del destino. Perché a guidare il leaderboard, con Villegas, c'è Wallace, 30enne di Hillingdon (Regno Unito) la cui presenza in campo a Saint Simons Island è stata in dubbio fino all'ultimo.
    Il suo caddie, alla vigilia della competizione, è infatti risultato positivo al Covid-19. E Wallace ha rischiato di essere estromesso dal torneo.
    Due leader inattesi negli States. Mentre sono addirittura 8 gli inseguitori. Al terzo posto, a tallonare la coppia di leader ci sono, tra gli altri, gli americani Peter Malnati, Adam Long e Patton Kizzire.
    La gara, in programma al Seaside Course e al Plantation Course del Sea Island Resort, vede i big rincorrere. Shane Lowry e Tommy Fleetwood sono 21/i. Mentre Justin Rose e Webb Simpson condividono la 31/a posizione. In ritardo anche Tyrrell Hatton, Henrik Stenson, Danny Willett, Ian Poulter e Rafa Cabrera Bello, tutti 49/i. Delude il sudcoreano Sungjae Im (secondo al The Masters), solo 64/o. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA