Eurotour: Hatton vince in casa il BMW PGA Championship

5/o successo per l'inglese. Paratore show, l'azzurro chiude 7/o

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 11 OTT - Tyrrell Hatton vince in casa il BMW PGA Championship di golf e festeggia il quinto titolo in carriera sull'European Tour, il terzo in un evento delle Rolex Series. A Virginia Water il player britannico fa suo il torneo più prestigioso del massimo circuito continentale, da molti considerato alla stregua di un Major, superando, con un totale di 269 (-19) colpi, il francese Victor Perez, secondo con 273 (-15).
    Sul percorso del Wentworth Golf Club (par 72) gran finale per Renato Paratore, che chiude settimo (277, -11).
    Nel Surrey a far festa è Hatton, 28enne di High Wycombe, inglesissima città del Buckinghamshire. Dopo il back-to-back firmato tra il 2016 e il 2017 nell'Alfred Dunhill Links Championship per Hatton solo successi di peso. Il golfista inglese ha vinto, sempre nel 2017, l'Open d'Italia al Golf Club Milano di Monza. Poi, nel 2019, s'è imposto al Turkish Open. Ora il sigillo al BMW Pga. Hatton fa cinquina e cala il tris in eventi delle Rolex Series.
    Niente da fare per Perez, costretto a rimandare l'appuntamento con la seconda vittoria sul circuito. Decisivi, nella seconda parte di gara, i due bogey del transalpino contro i due birdie di Hatton che ha messo il turbo piazzando la zampata decisiva. Perez, 28enne di Semeac, ha preceduto in classifica l'americano Patrick Reed (numero 9 mondiale e unico giocatore del torneo con un posto nella Top 10 del world ranking), terzo (274, -14) come l'inglese Andy Sullivan, protagonista quest'ultimo del miglior score di giornata (65, -7). Buon piazzamento anche per Ian Poulter (quinto con 275, -13) ed Eddie Pepperell (sesto con 276, -12), con gli inglesi tra i grandi protagonisti della rassegna.
    Finale da incorniciare per Paratore che, dopo l'exploit al British Masters, celebra un nuovo grande piazzamento in Inghilterra. Al 69/o posto dopo il primo round l'azzurro è volato al 35/o al termine del secondo. Nel "moving day" un'altra ottima rimonta che l'ha portato al 14/o posto salvo poi guadagnare altre sette posizioni nel giro finale. Terzo miglior parziale di giornata per il 23enne capitolino, protagonista di una manche chiusa in 67 (-5) colpi e sottolineata da 7 birdie e due bogey. Meglio del golfista romano - nell'ultimo giro - oltre a Sullivan ha fatto solo il finlandese Sami Valimaki (13/o con 279, -9), autore di un round evidenziato da un 66 (-6).
    Tredicesima piazza, tra gli altri, anche per altri due big del torneo: Shane Lowry e Tommy Fleetwood.
    Ancora un buon piazzamento per il tedesco Martin Kaymer, ex numero 1 al mondo (nel 2011), decimo (278, -10) come lo svedese Marcus Kinhult. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA