Hero Open, Paratore ci riprova, torna Olesen

Cinque azzurri in gara a Birmingham. Jimenez da record

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - Diciotto anni dopo l'ultima volta l'ex English Open, oggi Hero Open, torna sul calendario dell'European Tour di golf.
    A Birmingham (Inghilterra) da giovedì 30 luglio a domenica 2 agosto va in scena - a porte chiuse nella "bolla" del massimo circuito continentale del green maschile - la seconda (di sei) tappa dello "UK Swing", tutte in programma nel Regno Unito.
    Dopo il trionfo al Betfred British Masters (Newcastle) Renato Paratore sarà tra le star della rassegna. Cinque gli azzurri in gara: oltre al capitolino (leader della "Golf for Good", iniziativa dell'Eurotour che ha istituito un ordine di merito speciale che premierà i primi 10 classificati con un posto per lo US Open) al via anche Andrea Pavan, Guido Migliozzi, Edoardo Molinari e Lorenzo Scalise.
    Un anno dopo l'ultima volta è pronto a tornare in campo Thorbjorn Olesen. Dopo lo scandalo ad alta quota su un volo di prima classe da Nashville (Tennessee) a Londra, con tanto di arresto e conseguente rilascio, il danese potrà giocare un torneo ufficiale. Questo grazie alla decisione dell'European Tour, che ha recentemente revocato la sospensione inflitta al 30enne - per aver molestato una donna e urinato sul corridoio dell'aereo - per via dei "ritardi senza precedenti nei procedimenti giudiziari del Regno Unito causati dall'emergenza sanitaria". Il processo contro Olesen riprenderà il 6 dicembre 2021.
    Sul percorso del Forest of Arden Marriott Hotel & Country Club, nuova sfida tra Paratore (ora 6/o nella Race to Dubai) e Rasmus Hojgaard (altro player danese), tra i talenti più brillanti del circuito.
    Tra i candidati al titolo anche i sudafricani Brandon Stone e Justin Harding (terzo a Newcastle). E ancora: i britannici Eddie Pepperell e Sam Horsfield.
    Evento da record per Miguel Angel Jimenez, alla 707esima apparizione sul circuito superando il precedente primato dello scozzese Sam Torrance (706).
    In palio un montepremi di 1.000.000 di euro, in una competizione che si giocò per la prima volta nel 1988 senza mai essere interrotta fino al 2002 quando vinse per la terza volta il nordirlandese Darren Clarke, ora assente. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA