PGA Tour, Scott "scettico su sicurezza, per ora non gioco"

L'australiano, n.6 del mondo, in campo solo a fine luglio

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - Dopo Francesco Molinari anche un altro campione Major come Adam Scott, numero 6 del golf mondiale, non sarà tra i protagonisti del Charles Schwab Challenge, primo evento ufficiale post pandemia del PGA Tour in programma in Texas l'11 giugno.
    A differenza dei big europei, da Molinari a Tommy Fleetwood passando per Lee Westwood, per l'australiano Scott (vincitore del Masters Tournament 2013) il motivo dell'assenza sarà dettato non dalle restrizioni dei viaggi ma dallo "scetticismo" riguardo al piano di sicurezza e salute varato dal massimo circuito americano del green.
    Il 39enne di Adelaide non solo non giocherà l'appuntamento di Fort Worth, ma salterà anche i cinque successivi per riprendere la sua stagione, stravolta dalla cancellazione di tanti tornei, il 30 luglio da Memphis con il WGC-Fed.Ex St. Jude Invitational.
    Appuntamento clou che precederà il PGA Championship (6-9 agosto a San Francisco), primo Major 2020.
    "Il piano del PGA Tour - ha rivelato Scott all'Australian Associated Press, agenzia di stampa con sede a Sidney - è sì abbastanza accurato, ma lo immaginavo diverso. Quello che più mi preoccupa è la questione relativa ai test rapidi per il coronavirus. Inizialmente non giocherò".
    Ancora un'assenza eccellente per il massimo circuito americano, che ripartirà sì con molti campioni ma dovrà fare i conti con i forfait di tanti big. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA