Ryder 2020, arriva "assist" da Corte suprema Wisconsin

Stop al lockdown, PGA of America spera in evento aperto a tifosi

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 18 MAG - Dalla Corte suprema del Wisconsin un assist per la Ryder Cup 2020, attualmente in programma ad Haven dal 25 al 27 settembre.
    Il massimo tribunale statale ha stabilito che il governatore democratico Tony Evers "non ha l'autorità di richiedere i poteri di emergenza a tempo indefinito sul territorio". E nonostante la curva dei contagi non accenna a placarsi la Corte ha deciso che la serrata per contrastare il coronavirus, prorogata fino al 26 maggio, è da considerarsi conclusa. Stop al lockdown con bar e ristoranti che hanno ritirato su le saracinesche pur seguendo le direttive sanitarie, e via ai festeggiamenti e a diversi assembramenti.
    Il tutto proprio in una fase che vede la PGA of America, organizzatrice della prossima Ryder Cup, alle prese con una decisione difficile: rinviare la Ryder Cup dal 2020 al 2021, oppure scegliere di mandare in scena la sfida Usa-Europa a porte chiuse. Scenario, quest'ultimo, assolutamente non gradito dai big americani e continentali. Difficile che l'evento possa invece essere disputato con il pubblico sugli spalti, anche se l'ipotesi non è del tutto da escludere. 
 "La sentenza della Corte suprema - le dichiarazioni di Seth Waugh, CEO della PGA of America - probabilmente potrebbe aiutare. Ma c'è ancora tempo per prendere una decisione.
    Ospitare una Ryder, dopo la pandemia, con i tifosi sugli spalti sarebbe fantastico per il mondo dello sport in generale. Questa è ovviamente la speranza. Se invece non sarà possibile dovremo riunirci intorno a un tavolo e prendere la decisione migliore per il bene di tutti". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA