Golf: fratelli Molinari show, Dodo intervista Chicco

Faccia a faccia su Instagram, Francesco a giovani: "Divertitevi"

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 02 APR - Francesco ed Edoardo Molinari insieme hanno scritto pagine indelebili del golf azzurro regalando all'Italia del green la prima Coppa del Mondo grazie al trionfo a Shenzhen, in Cina, nel 2009. Poi nel 2010, sempre l'uno al fianco dell'altro, hanno conquistato in Galles la Ryder Cup. Mai però si erano ritrovati a intervistarsi. Ma c'è sempre una prima volta.
    Con lo sport e il golf mondiale fermi per l'emergenza coronavirus, "Chicco" Molinari su Instagram è stato oggi il primo ospite di "Tour Talks", la rubrica settimanale ideata dalla Edoardo Molinari Golf Academy. A incalzare "Laser Frankie", anche con domande scomode, è stato proprio il fratello "Dodo". Dai trionfi all'Open Championship e alla Ryder Cup 2018 di Parigi, al ko al Masters Tournament 2019. Fino ai consigli riservati ai giovani golfisti. "Divertitevi sempre, senza mai perdere la passione".
    Tante le curiosità svelate dal campione torinese. Dal colpo più importante della carriera, "il putt per il par imbucato alla 13 nell'ultimo giro del The Open", fino ad arrivare al tandem delle meraviglie (quattro successi in altrettanti incontri, record europeo) andato in scena con Tommy Fleetwood alla Ryder di Parigi. Furono proprio l'azzurro e il britannico a chiedere al capitano Thomas Bjorn di giocare i doppi l'uno al fianco dell'altro. Ma la conferma ci arrivò - svela Molinari - solo a poche ore dal primo match". Poi un altro scoop. "Qualcuno ci disse che fu Lee Westwood (ex numero 1 al mondo, ndr) a convincere Bjorn a farci giocare insieme anche gli incontri fourball".
    Poi le note dolenti, come il ko al Masters 2019, arrivato a un passo dalla gloria. "E' stato un duro colpo, ma mi è servito".
    Da Torino a Londra - dove il re della Ryder Cup di Parigi vive da anni - i Molinari brothers danno spettacolo sui social intrattenendo centinaia di followers in una direct che ha visto intervenire, con un saluto, anche Andrea Ranocchia, difensore dell'Inter, squadra del cuore proprio di "Chicco" Molinari.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA