Premier Golf League modello Formula 1

Ceo Gardiner lancia sfida a PGA ed Eurotour: "Siamo ambiziosi"

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 22 FEB - La creazione di un account twitter, le dichiarazioni del Ceo, Andrew Gardiner, l'annuncio sulla volontà di organizzare 18 tornei senza taglio sulla distanza di 54 buche emulando il modello Formula 1. La Premier Golf League (PGL) rompe il silenzio e svela le proprie ambizioni. "Vogliamo offrire il meglio ai big mondiali e agli amanti della disciplina".
    Gardiner, Ceo ella World Cup Golf (WGC), organizzazione britannica che, entro il 2022, punta a mettere in piedi un nuovo tour d'élite volto a contrastare PGA Tour ed Eurotour, le due potenze del green, esce allo scoperto. E annuncia l'avvento di una lega che dovrebbe essere lanciata nel gennaio 2022 e vedrà la partecipazione di 48 giocatori, divisi in 12 gironi da quattro persone. Per un circuito che punta ad emulare il circus della Formula 1 e che vanterà 18 tornei in quattro continenti diversi: dieci si giocheranno negli Stati Uniti, quattro in Asia (di cui 1 in Medio Oriente), tre in Europa e uno in Australia.
    Dopo il "niet" di Rory McIlroy, numero 1 al mondo, è questa la risposta della PGL, che rompe il silenzio e attraverso Gardiner ammette: "Abbiamo grandi ambizioni e puntiamo ad avere con noi i migliori giocatori del pianeta". La sfida al PGA Tour e all'Eurotour è partita. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA