Friuli Venezia Giulia

Assestamento: sindaci Pd, favoriti progetti Comuni di Cdx

Lettera a Fedriga, scelte non rispettano principi concertazione

(ANSA) - TRIESTE, 30 LUG - "Scorrendo l'elenco dei 132 progetti finanziati ci si trova costretti a segnalare con estremo disappunto come le decisioni della Giunta Regionale, a nostro parere, non rispettino i principi generali della 'nuova concertazione' e presentino forti tratti di soggettività e discrezionalità". Lo scrivono i sindaci del Pd del Friuli Venezia Giulia in una lettera indirizzata al presidente della Regione, Massimiliano Fedriga, e all'assessore regionale alle Autonomie Locali, Pierpaolo Roberti, per chiedere un confronto in merito alle modalità e i criteri utilizzati nella scelta dei progetti finanziati tramite il sistema della concertazione con gli enti locali.
    Secondo gli amministratori locali, che si sono ritrovati oggi a Trieste davanti al Consiglio regionale in piazza Oberdan, sono stati infatti privilegiati "in gran parte" Comuni con "una chiara connotazione di centrodestra".
    Inoltre, sostengono che sono stati finanziati diversi progetti "dal dubbio valore d'area vasta o regionale" che "potevano e dovevano trovare altre modalità di finanziamento, su altre linee del bilancio regionale".
    "Non siamo oggi qua per andare contro quei Comuni che hanno beneficiato dei contributi, ma per denunciare un modo di distribuzione delle risorse discrezionale", ha spiegato il sindaco di Palmanova, (Udine), Francesco Martines.
    "Chiediamo solo criteri trasparenti, oggettivi e non discrezionali - concludono i sindaci nella lettera - e, auspicando non serva, ci riserviamo qualsiasi iniziativa legale a tutela dei nostri Comuni e delle nostre Comunità".
    Al presidio odierno in piazza Oberdan hanno partecipato anche diversi consigliere regionali dell'opposizione. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Nuova Europa



        Modifica consenso Cookie