Friuli Venezia Giulia

Migranti: Udine, flashmob contro rimpatrio musicista ucraino

Vicenda di Liubomyr Bogoslavets, ora in Cpr Gradisca d'Isonzo

(ANSA) - UDINE, 19 GIU - Con una manifestazione e un flashmob in programma nel centro cittadino, prende il via oggi a Udine la mobilitazione popolare a sostegno di un cittadino ucraino, Liubomyr Bogoslavets, di 59 anni, attualmente ospitato nel Centro per il rimpatrio (Cpr) di Gradisca d'Isonzo, noto per le sue esibizioni in città con la fisarmonica. Musicista, Bogoslavets è noto in città per aver continuato a suonare anche nel periodo più duro della pandemia; ora è rinchiuso nel Cpr in attesa di essere rimpatriato.
    Della vicenda del cittadino ucraino, giunto in Friuli nel gennaio 2020 per suonare, si era inizialmente occupato il quotidiano Messaggero Veneto. Arrivato a Udine con un visto d'ingresso nei Paesi Schengen di 3 mesi, anche a causa del primo lockdown era rimasto bloccato in regione, privo di documenti.
    Bogoslavets ha sostenuto di aver richiesto asilo politico, ma alle autorità italiane la domanda non risulta.
    Fermato per un controllo, nei suoi confronti è stato emesso un foglio di via. Il suo legale, Alessandro Ciampi, ha provato a opporsi, ma finora senza successo, e dunque si sta procedendo con il rimpatrio. La vicenda ha suscitato una vasta e corale reazione nella cittadinanza, e per sostenerlo è stata anche lanciata una petizione online. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Nuova Europa



      Modifica consenso Cookie