Friuli Venezia Giulia

Premio Luchetta: TG1/TV7, France2, BBC tra finalisti 2021

Tema incentrato su criticità coronavirus, a Trieste dal 15/10

(ANSA) - TRIESTE, 18 GIU - Nella categoria Tv News gareggeranno Vincenzo Guerrizio, che per TG1/TV7 ha firmato il servizio sulle risse giovanili a Roma, Stephanie Perez, che per France2 ha esplorato i campi di detenzione Isis in Siria, e Giammarco Sicuro, che per TG2 Storie ha raccontato l'accampamento messicano dei bambini a Matamoros a pochi metri dal confine con gli Stati Uniti. Sono alcuni dei finalisti annunciati questa mattina del Premio Giornalistico internazionale Marco Luchetta 2021, istituito nel 2004 dalla Fondazione Luchetta Ota D'Angelo Hrovatin con la RAI e che quest'anno si concentra sulle emergenze e le criticità legate all'irruzione del coronavirus e ai lunghi periodi di lockdown.
    L'edizione si svolgerà dal 15 al 17 ottobre a Trieste e le categorie saranno in totale cinque.
    Per la Stampa italiana in gara ci sono gli articoli di Alessandra Muglia del Corriere della Sera, con il suo reportage che racconta il futuro rubato alle ragazze e ai ragazzi vittima della violenza di Boko Haram, Elena Testi de L'Espresso, che ha visitato i reparti di neuropsichiatria infantile per denunciare il disagio che stanno vivendo le nuove generazioni a causa delle chiusure prolungate, e Luca Attanasio per Domani, che ha firmato un'inchiesta sullo sfruttamento di oltre 40mila bambini nel Congo per l'estrazione del cobalto nell'ex Katanga.
    Nella sezione Reportage dedicata a Sasha Ota, invece, si contenderanno il premio BBC Arabic/BBC World News con l'indagine del reporter Fateh Al-Rahman Al-Hamdani, che ha scoperto nelle scuole islamiche in Sudan gli abusi sistematici sui bambini che vengono abitualmente incatenati, ammanettati e picchiati, Arte TV con Suzanne Allant, che ha documentato nell'area della Siria nord-occidentale il fatto che la popolazione non riceva più aiuti umanitari, e la piattaforma europea indipendente Open DDB per il reportage di Emanuela Zuccalà, sulle mutilazioni genitali femminili in Liberia.
    Tre testate selezionate per la Stampa internazionale dedicata a Dario D'Angelo: Ruth Maclean per The New York Times sui rapimenti in massa di ragazze e ragazzi nei collegi della Nigeria nord-occidentale ad opera di Boko Haram, José Ignacio Martínez Rodríguez per El Pais sul traffico di minori in Ghana e verso l'Arabia Saudita e la Tunisia, Céline Martelet per L'Orient Le Jour sui neonati abbandonati nelle strade nella speranza che un'altra famiglia li cresca.
    Tre scatti, infine, per la sezione Fotografia dedicata a Miran Hrovatin: quelli di Alessio Mamo per The Guardian, Alessandro Penso per La Croix e Stefano Schirato per Mind. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Nuova Europa



        Modifica consenso Cookie