Ricerca: Cattaneo, Pnrr è straordinario, ma manca ordinario

La scienziata e senatrice a vita a Vicino/lontano On

(ANSA) - UDINE, 08 GIU - "Il Pnrr è uno strumento straordinario, dove ci sono 600 milioni dedicati ad accendere nuovi gruppi di ricerca in ambito umanistico e scientifico, ma nel nostro Paese resta un problema: manca l'ordinario, quella certezza di risorse di cu la ricerca avrebbe bisogno e regole uguali per tutti". Lo ha detto Elena Cattaneo, ordinaria di Farmacologia all'Università di Milano, accademica dei Lincei, senatrice a vita della Repubblica, intervenendo a Vicino/lontano on, anteprima online di avvicinamento al festival Vicino/lontano, in programma a Udine in presenza dal 1° al 4 luglio sul tema "Distanze". La senatrice ha dialogato con l'accademico dei Lincei Michele Morgante, genetista, docente all'Università di Udine, direttore dell'Istituto di Genomica applicata.
    "In parlamento ho detto che sarebbe ora di affrancare la ricerca con programmi che resistano ai cambi di governo", ha aggiunto Cattaneo. "Il premier Mario Draghi - ha proseguito la scienziata - ha dichiarato di essere completamente d'accordo e si è assunto l'impegno, dunque la speranza è che la prossima legge di bilancio sia davvero il giro di boa, con una grande luce che si accende sul futuro del Paese - ha precisato - garantendo bandi e competizioni libere tra idee e anche valutazioni adeguate per garantire ai cittadini il migliore utilizzo del denaro pubblico". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Nuova Europa



      Modifica consenso Cookie