Comuni: rilancio Porto Vecchio Trieste, via a fase operativa

Siglato accordo con Regione e Authority per recupero 65 ettari

(ANSA) - TRIESTE, 04 MAR - Favorire la "rigenerazione urbana" di "un'area di 65 ettari del centro della città", con nuovi servizi, aree residenziali, spazi verdi, industrie hi tech e servizi turistico-ricettivi: è iniziata oggi, con la firma dell'accordo di programma da parte del sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza, del presidente del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, e del presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico orientale, Zeno D'Agostino, la fase operativa per la riqualificazione e lo sviluppo del Porto Vecchio di Trieste e dei suoi magazzini.
    Con l'accordo di programma le parti si impegnano a istituire un Consorzio per la valorizzazione dell'area, "per valorizzare, anche attraverso la parziale alienazione, il patrimonio presente". Le procedure per l'attivazione del Consorzio 'Ursus' dovranno essere avviate entro 30 giorni dalla pubblicazione sul Bur del decreto di approvazione dell'Accordo. L'intesa prevede anche la definizione degli immobili che restano al Comune e una variante urbanistica. Previsti dunque destinazioni d'uso direzionali, turistico-ricettive, industriali hi-tech, commerciali. Spazio al verde con un lungo parco che dal centro città porta al lungomare di Barcola, a un viale monumentale e al recupero sostenibile dei magazzini.
    Finora in questo progetto, ha spiegato Di Piazza, sono già "quasi 70 i milioni in movimento, più quelli dei privati" che si aggiungeranno. "La prima cosa da fare ora - ha concluso - è nominare un ambassador che parli al mondo di questa area che ha creato molto interesse". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Nuova Europa



      Modifica consenso Cookie