Dialogo tra generazioni all'Ist.Italiano Cultura New York

I progetti del nuovo direttore Finotti in intervista al Piccolo

(ANSA) - TRIESTE, 05 GEN - Il dialogo tra generazioni sarà il denominatore comune dei prossimi progetti dell'Istituto italiano di Cultura di New York, visto che la "pandemia ha messo in luce la necessità che tra le generazioni vi sia maggiore solidarietà". Lo annuncia Fabio Finotti, che il 19 gennaio di quell'istituto assumerà la direzione, succedendo a Giorgio van Straten, in una lunga intervista al Piccolo oggi in edicola.
    Padovano da decenni a Trieste, dove è docente di Letteratura italiana, nominato direttore per chiara fama, Finotti è anche professore emerito di Italian Studies alla Pennsylvania University di Philadelphia.
    Oltre a quelli che esaltino "la grandezza dell' Italia", il docente ha in mente progetti di teatro, letteratura, moda, scienza e tecnica. E ci sarà anche un po' di Trieste, esempio "straordinario" del superamento di "frontiere e steccati, non solo geografici, ma anche anagrafici, culturali". Eventi nuovi, da diffondere con metodologia nuova: "Lockdown, chiusure, distanziamento ci hanno costretti a mettere in campo innovazioni che possono rappresentare delle opportunità. Pensiamo a grandi eventi come la Prima della Scala o il festival Donizetti Opera di Bergamo: non hanno mai avuto così tanti spettatori all'estero". In futuro "potranno coesistere diverse tipologie di fruizione della cultura". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Nuova Europa



        Modifica consenso Cookie