Teatro: Verdi, ripartono i concerti a platea vuota

Per dare segnale vicinanza agli artisti

(ANSA) - PORDENONE, 27 OTT - All'ennesima sfida imposta dalla pandemia, il Teatro Verdi di Pordenone cerca ancora di reagire con creatività, coraggio e innovazione. In ottemperanza al DPCM del 24 ottobre si ferma, come in tutti i teatri del territorio nazionale, l'attività dal vivo, con la sospensione degli spettacoli in calendario fino al 24 novembre prossimo.
    Al contrario, non si ferma la programmazione, a partire dall'appuntamento di lunedì 2 novembre: in occasione dell'annuale omaggio che il Verdi dedica a Pier Paolo Pasolini, inserito quest'anno nel cartellone "I concerti delle 18", viene riproposta la formula della performance a platea vuota trasmessa in diretta streaming sul canale live.comunalegiuseppeverti.it "Ancora una volta il Verdi vuole dare un concreto segnale di presenza al suo pubblico e di vicinanza agli artisti, soprattutto a quelli più giovani", fa sapere il presidente Giovanni Lessio.
    E proprio l'enfant prodige del violino, la giovanissima Clarissa Bevilacqua già ai vertici internazionali, che ha suonato per la prima volta in pubblico all'età di nove anni, sarà protagonista della lezione-concerto condotta dal musicologo Roberto Calabretto.
    E insieme arriva anche una proposta che il presidente del Teatro Verdi rilancia cogliendo lo spunto arrivato dall'assessore alla Cultura Tiziana Gibelli durante l'incontro a distanza che il presidente Fvg Massimiliano Fedriga ha tenuto con tutti i teatri regionali: ovvero la disponibilità a rivedere gli orari di programmazione, proponendo spettacoli in matinée o in pomeridiana per continuare a offrire proposte dal vivo, sempre in piena sicurezza con distanziamento e mascherina, in orari compatibili con le chiusure imposte ad altri settori. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Nuova Europa



        Modifica consenso Cookie