Scuola:in Fvg non dopo 9. Regione, se servono, più corse tpl

Focus su situazione. Aziende trasporti, mezzi non sovraffollati

(ANSA) - TRIESTE, 21 OTT - Non c'è allo stato attuale in Friuli Venezia Giulia, secondo le aziende dei trasporti, un reale problema di sovraffollamento dei mezzi pubblici. Rimangono dunque confermati gli orari attuali delle corse di tpl e treni.
    In caso di richieste specifiche da parte delle scuole, la Regione è disponibile ad aggiungere nuove corse. "In casi straordinari, verrà vagliata la possibilità di modificare gli orari e adottare il modello delle lezioni pomeridiane, ma solo su richiesta esplicita degli istituti scolastici". A oggi le scuole chiedono di non programmare l'ingresso alle lezioni dopo le 9. E' quanto è emerso nel corso di una videoconferenza cui hanno preso parte - riporta una nota - gli assessori regionali del Fvg Alessia Rosolen (Istruzione) e Graziano Pizzimenti (Trasporti), il direttore generale dell'Ufficio Scolastico Regionale, Daniela Beltrame, e i vertici delle aziende del Tpl territoriale e di Trenitalia.
    Per i due assessori regionali "il quadro tratteggiato è rassicurante e allontana ombre che si allungano sulla scuola, troppo spesso additata come sede del contagio". L'obiettivo politico, hanno spiegato, "è garantire, per quanto possibile, lo svolgimento delle lezioni in presenza. In caso di peggioramento del contesto complessivo, l'idea è di potenziare la didattica digitale integrata". Conforta, hanno aggiunto, sapere che il sistema dei trasporti sta fornendo risposte su efficienza e sicurezza sanitaria. Le scuole chiedono di non posticipare l'inizio delle lezioni e quindi si confermano gli orari attuali.
    I trasporti, secondo quanto riferito dai responsabili aziendali, al momento non si avvicinano all'80% delle presenze reali: le corse vengono effettuate nel rispetto delle normative vigenti".
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Nuova Europa



        Modifica consenso Cookie