>ANSA-IL-PUNTO/ COVID: dopo Dpcm in Fvg si valutano misure

Fedriga, casi aumenteranno, più cure a domicilio. Oggi 90 casi

(ANSA) - TRIESTE, 19 OTT - All'indomani del nuovo Dpcm in materia di contenimento dei contagi, in Friuli Venezia Giulia si valutano eventuali misure da mettere in atto sui singoli territori.
    Per il prefetto di Trieste, Valerio Valenti, rispetto a eventuali chiusure di vie o piazze dopo le 21 per contenere il contagio, se c'è una volontà da parte delle amministrazioni comunali, "ci incontreremo e la valuteremo congiuntamente".
    Approva la "responsabilità" data ai sindaci, il primo cittadino del capoluogo regionale, Roberto Dipiazza: "da mesi dico che il Governo doveva coinvolgere maggiormente i sindaci con i rispettivi governatori nella gestione di questa situazione". E su eventuali chiusure per contenere la movida, dice di essere pronto a valutarle, ma prima di tutto intende sensibilizzare i giovani a comportamenti corretti.
    "Assolutamente d'accordo con il Dpcm", è il sindaco di Udine, Pietro Fontanini, "perché - spiega - è il sindaco che conosce meglio il territorio". Ma "Roma ora ha fatto marcia indietro rimettendo, di fatto, le decisioni nelle mani dei prefetti".
    Oggi in Friuli Venezia Giulia si sono registrati 90 nuovi contagi da coronavirus. Nonostante la regione stia tenendo bene, ha osservato il presidente del Fvg, Massimiliano fedriga, "non è in una bolla di sapone. Ci aspettiamo anche qui un aumento": è necessario potenziare, ha detto, tutta la cura a domicilio, in quanto "pensare di portare chiunque in ospedale è un fallimento".
    Per Fedriga esiste un problema legato alla mancanza di personale: "il Fvg ha potenziato i posti letto di terapia intensiva, arrivando a 175, ma la terapia intensiva non si fa semplicemente con i ventilatori". Occorre "cambiare le regole di ingaggio". L'Azienda sanitaria universitaria giuliano isontina oggi ha annunciato il potenziamento del personale e a Codroipo è stato aperto un punto covid.
    Oggi in regione sono stati eseguiti 1.281 test. Tre i decessi registrati. Si tratta di una donna del 1927 di Pulfero (UD), un uomo del 1943 di Monfalcone (GO) e una donna del 1936 di Valvasone Arzene (PN). I positivi al virus in Fvg dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 6.505, di cui 2.157 a Trieste, 2.251 a Udine, 1.381 a Pordenone e 679 a Gorizia, alle quali si aggiungono 37 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione sono 2.199. Scendono a 13 i pazienti in cura in terapia intensiva mentre salgono a 62 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 364, di cui 199 a Trieste, 81 a Udine, 74 a Pordenone e 10 a Gorizia. I totalmente guariti sono 3.942, i clinicamente guariti 31 e le persone in isolamento 2.093. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Nuova Europa



      Modifica consenso Cookie