Covid: 30 casi in una palestra di Trieste, struttura chiusa

Positivo agente polizia locale Muggia, tutti colleghi a casa

(ANSA) - TRIESTE, 18 OTT - Un focolaio con oltre 30 positivi al covid è stato rilevato in una palestra di Trieste, la Movin'Up, chiusa dagli inizi di ottobre dopo che un tampone ha confermato un primo caso di coronavirus tra i frequentatori. Lo riporta Il Piccolo.
    Secondo la ricostruzione del quotidiano, il tracciamento dei contatti da parte dell'Azienda sanitaria universitaria giuliano isontina (Asugi) è iniziato dopo che una socia, un'infermiera, è risultata positiva il 3 ottobre. I test sono stati effettuati su persone che avevano partecipato a un corso con lei e successivamente su tutti gli iscritti. In via precauzionale la palestra era rimasta chiusa dal 6 ottobre. Al tampone è risultato positivo anche il presidente e responsabile legale della palestra, che sottolinea come sono "sempre state seguite le regole": "il sopralluogo di Asugi - ha precisato - non ha rilevato irregolarità e sinceramente credo che nessuno sia venuto in palestra con sintomi".
    Intanto in queste ore a Muggia (Trieste), secondo quanto riferisce il sito "Trieste Prima", un ispettore della Polizia locale è risultato positivo al coronavirus e tutti i colleghi, una decina di agenti, saranno sottoposti a tampone. In attesa dell'esito dei test, il personale dovrà rispettare l'isolamento fiduciario, mentre il servizio sarà garantito dalle altre forze dell'ordine. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Nuova Europa



      Modifica consenso Cookie