Alto Adriatico fa squadra, porte aperte a tedeschi

Campagna tv Veneto, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia

(ANSA) - VENEZIA, 01 LUG - Trecento chilometri di coste dell'Alto Adriatico fanno squadra per convincere i turisti tedeschi e austriaci a tornare immediatamente in Italia per le loro ferie estive. Tre tre città simbolo dell'accoglienza, del relax, dello svago e della movida estiva, Jesolo (Venezia), Cesenatico (Forlí-Cesena) e Lignano (Udine), con i governatori di Veneto, Luca Zaia, Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, e Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, hanno lanciato la prima campagna promozionale congiunta. Un gioco di squadra, per il rilancio del turismo italiano sui mercati internazionali, con una strategia mirata: per la prima volta promuoveranno unitariamente sul mercato tedesco la loro offerta di vacanza, come una destinazione unica dalle tante opportunità. La valorizzazione di questa "macroarea turistica italiana" è affidata ad una campagna tv sul più famoso sito di previsioni meteo tedesco (wetter.com) e su canali tv nazionali privati generalisti, all'insegna del claim "Friaul, Venetien und Emilia Romagna, die italienische Adria. Nichts liegt näher!" (ovvero "Friuli Venezia Giulia, Veneto ed Emilia Romagna, La Riviera Adriatica italiana. Niente di più vicino!"). Un claim studiato anche per fare leva sulla facilità di accesso alle spiagge italiane raggiungibili sia in auto, sia in aereo. A Jesolo Zaia ha scelto un luogo simbolo per la ripartenza: il Cavalieri Palace, già ribattezzato l'"hotel dei tedeschi", che era preso d'assalto a inizio giugno alla riapertura delle frontiere dell'Unione europea. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Nuova Europa



        Modifica consenso Cookie