Expo Dubai 2020

  1. ANSA.it
  2. Expo Dubai 2020
  3. News
  4. Expo Dubai: Lener, in Golfo opportunità sulle infrastrutture

Expo Dubai: Lener, in Golfo opportunità sulle infrastrutture

Vogliamo continuare a investire in cooperazione

Redazione ANSA DUBAI

(ANSA) - DUBAI, 18 MAR - "Il contributo italiano in tecnologia e innovazione è importante" e "siamo qui per partenariati con aziende degli Emirati e della regione, e vogliamo davvero continuare a investire in cooperazione nell'innovazione e tecnologia, specialmente nel campo delle infrastrutture". Lo ha dichiarato l'ambasciatore italiano negli Emirati Arabi Uniti, Nicola Lener, a conclusione dell'evento "Connecting infrastructures: transports, logistics and networks" organizzato dall'Ice al Padiglione Italia durante Expo 2020 Dubai.
    L'ambasciatore ha illustrato alcuni esempi di progetti infrastrutturali negli Emirati in cui "il contributo italiano è stato importante". Ad esempio "unificando lo spazio aereo del Paese" con il contributo di Enav a una iniziativa del 2016. A Dubai, Abu Dhabi, Sharjah, diverse infrastrutture sono state realizzate con l'impegno di aziende quali Trevi Group, Rizzani de Eccher, Mapei, Prysmian e Maeg. E nel 2011, Saipem ha dato il suo contributo nel progetto di Etihad Rail, il primo sistema ferroviario del Paese. Durante il talk è stato ricordato che il contributo delle aziende italiane è presente anche a Expo Dubai, dove l'azienda Cimolai-Rimond ha realizzato l'iconica cupola di Al Wasl Plaza, simbolo dell'esposizione universale, mentre la Duplomatic Motion Solutions ha realizzato il sistema di apertura delle 'ali' del Padiglione degli Emirati Arabi Uniti.
    "C'è molta tecnologia e innovazione in questi progetti, e si tratta di un contributo che siamo desiderosi di continuare a fornire a questo Paese", ha sottolineato Lener, ricordando che quello di oggi è stato l'ultimo appuntamento della serie di 'Innovation Talk' organizzati dall'Ice, ma che dopo Expo "continueremo a sottolineare le opportunità di cooperazione in settori innovativi, con Ice e i nostri partner,".
    Con gli Emirati "abbiamo circa 8 miliardi di interscambi, in crescita nel 2021 rispetto al 2019" e "tutti i progetti citati dall'ambasciatore sono il segnale di questa magnitudo della presenza dell'Italia" nella regione, ha detto a margine il direttore generale di Ice Roberto Luongo. E per il futuro, "dobbiamo saper cogliere le opportunità" offerte dai Paesi del Golfo, come ad esempio "l'Arabia saudita che sta investendo miliardi nelle infrastrutture". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: