Patto all'idrogeno per i gestori di reti dell'Ue centro-orientale

Accordo tra operatori di Slovacchia, Polonia, Romania e Ungheria

Redazione ANSA

Quattro operatori delle reti del gas naturale dell'Europa centrale e orientale hanno firmato una intesa per decarbonizzare le loro attività, adattando i gasdotti a trasportare idrogeno, gas a basse emissioni e CO2. Lo annuncia l’operatore slovacco Eustream in un comunicato stampa.

Gli altri operatori che partecipano al partenariato sono Transgaz in Romania, Gaz-System in Polonia e Fgsz in Ungheria. Il protocollo d'intesa prevede la condivisione delle migliori pratiche nel campo del trasporto di idrogeno e CO2, la decarbonizzazione delle operazioni e la produzione di idrogeno.

Gli operatori dell’Europa centro-orientale vogliono anche contribuire identificare i mercati e le applicazioni dell'idrogeno in vari settori, con la preparazione congiunta di studi per sviluppare un quadro normativo comune. In Slovacchia, l'idrogeno è fortemente sostenuto dal ministro dell'Economia Richard Sulík, che ha promesso 1 miliardo di euro di investimento nel settore, di cui 200 milioni per i trasporti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: