Etichetta energetica anche su tablet e moduli fotovoltaici

Ue vara piano di lavoro 2022-24 su performance, basato sulle norme esistenti

Redazione ANSA

Il rinnovo del parco prodotti Ue in chiave sostenibile inaugurato con la presentazione del nuovo pacchetto economia circolare inizia da subito, con un Piano di lavoro 2022-2024 su efficienza e etichettatura energetica. Il programma si basa sulle norme già esistenti. Già da quest’anno, spiega la Commissione europea, parte il lavoro su requisiti di eco-progettazione ed etichettatura di prodotti ancora non regolamentati, come smartphone, tablet e sistemi solari fotovoltaici.

In seguito, l'Esecutivo Ue valuterà lo stesso tipo di iniziativa su una serie di nuovi gruppi di prodotti come emettitori a bassa temperatura e caricabatterie per veicoli elettrici. Nel piano di lavoro è prevista anche l’intensificazione della sorveglianza del mercato per aiutare produttori, importatori e rivenditori a rispettare le regole. Secondo le stime della Commissione europea, i requisiti esistenti di progettazione ecocompatibile ed etichettatura stima hanno fatto risparmiare agli europei oltre 120 miliardi di euro in bollette nel solo 2021.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: