Futuro Ue: Beghin (M5s), riformare meccanismo decisionale Ue

'La Conferenza sia protagonista di uno sforzo costituente'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 01 DIC - "La Conferenza sul futuro dell'Europa deve essere protagonista di uno sforzo costituente che punti a riformare il meccanismo decisionale delle istituzioni e ridurre il ricorso all'unanimità, solo così l'Europa potrà avanzare in modo compatto nelle grandi sfide del futuro". Così in una nota la capodelegazione del Movimento 5 Stelle al Parlamento europeo, Tiziana Beghin.

"Se questo non dovesse avvenire sarà necessario avvalersi di tutte le flessibilità previste nel Trattato di Lisbona e procedere così anche a gruppi più piccoli. I meccanismi che lo permettono sono già parte dei trattati esistenti e sono le cooperazioni rafforzate. Diversi percorsi di integrazione potrebbero fornire risposte efficaci a diversi gruppi di Stati ed è comprensibile che Paesi differenti possano avere ambizioni diverse", spiega Beghin.

"Temi che potrebbero cadere in questo ambito sono ad esempio la gestione comune del debito, l'emissione di eurobond, la lotta ai paradisi fiscali e una tassazione europea, la sanità, la rivoluzione digitale o la questione degli investimenti esteri", conclude l'eurodeputata. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: