Irlanda: Gozi a ministro Esteri, quarantena discriminatoria

Lettera dell'eurodeputato di Renew Europe a Coveney

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 16 APR - "Siamo colpiti dalla decisione del governo irlandese di richiedere una quarantena alberghiera obbligatoria per le persone in arrivo da sedici Paesi, tra cui Francia e Italia. Questa decisione, presa per combattere la diffusione del virus, è chiaramente discriminatoria". E' quanto scrive Sandro Gozi, deputato europeo di Renew Europe, in una lettera indirizzata al ministro degli Affari Esteri irlandese, Simon Coveney.

"Uno dei valori fondamentali dell'Unione europea è la libera circolazione delle persone. Molti cittadini dell'Ue si sono trasferiti in Irlanda lasciando il loro Paese di origine.

Sebbene i viaggi siano limitati in tutta Europa, dobbiamo essere in grado di garantirli per motivi di lavoro o emergenze personali. Questa decisione, che arriva in un momento in cui tutti gli europei stanno soffrendo per le conseguenze finanziarie della crisi, sembra sproporzionata - prosegue Gozi -. L'accesso all'Irlanda non dovrebbe essere condizionato dai propri mezzi finanziari".

A firmare la lettera anche gli eurodeputati di Renew Europe Sylvie Brunet, Laurence Farreng, Christophe Grudler, Bernard Guetta e Irene Tolleret. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: