Unrae '2021 grigio, perse 460mila immatricolazioni'

Pesano pandemia e crisi microchip, 6,3mld deficit fatturato

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 23 GIU - Tra pandemia e crisi dei microchip, il 2021 è stato "l'anno grigio dell'auto", con una perdita di ulteriori 460mla unità (-24%) rispetto al periodo pre-pandemia, in aggiunta alle 535mila del 2020, e un deficit di fatturato di altri 6,3 miliardi rispetto al 2019. E, per l'Erario, di oltre un miliardo di mancato gettito Iva. Il quadro, ancora fosco, emerge dalla Sintesi Statistica del mercato dell'auto negli ultimi 10 anni, pubblicata dall'Unrae, l'Associazione delle Case automobilistiche estere, giunta quest'anno alla 25esima edizione.

"Di fronte a questo quadro - commenta il direttore generale Unrae, Andrea Cardinali - per rispettare gli obiettivi di abbattimento delle emissioni del programma FitFor55 entro il 2035, come deciso dall'Europarlamento, sarà necessario uno sforzo epocale per tutti gli attori coinvolti, non solo per le Case auto, che hanno investito centinaia di miliardi per produrre 170 nuovi modelli elettrici e ibridi plug-in, ma per tutta la filiera a monte e a valle. Di strada da fare ce n'è ancora molta, i successi ottenuti da Unrae in questo ultimo anno nel confronto con le Istituzioni ci spingono a continuare a lavorare per dare il nostro contributo di stimolo". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: