Regioni Ue, territori contribuiscano a Conferenza futuro Ue

Bonaccini (E-R), posizione migliore per partecipazione cittadini

Redazione ANSA

BRUXELLES - I leader locali sono invitati a organizzare eventi per la Conferenza sul futuro dell'Europa e unirsi alla rete di consiglieri per gli affari Ue creata dal Comitato delle Regioni (CdR). Così la lettera aperta frutto dell'incontro tenutosi ieri online, organizzato dal CdR e dalle principali associazioni territoriali francesi. Anche il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa (Ccre) e altri partner come il Movimento europeo internazionale (Emi) contribuiranno al dibattito.

"In quanto leader di comuni e regioni, noi siamo nella posizione migliore per favorire la partecipazione dei nostri cittadini", ha detto Stefano Bonaccini, presidente della regione Emilia-Romagna e presidente di Ccre. "I governi locali e regionali - ha aggiunto Bonaccini - sono parte essenziale del sistema democratico delle nostre società. Per questo sono legittimati a contribuire alla Conferenza sul futuro dell'Europa".

Il Comitato, rappresentato nell'esecutivo della Conferenza, si impegna a coinvolgere rappresentanti eletti nei parlamenti e nei consigli regionali e locali, accanto ai rappresentanti del Parlamento europeo e dei parlamenti nazionali. Collaborerà inoltre con il Gruppo ad alto livello sulla democrazia europea e, da mercoledì, con la Fondazione Bertelsmann per far sentire le voci dei cittadini con innovativi strumenti digitali di partecipazione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: