Regioni chiedono di portare la Conferenza sul futuro dell'Unione nei territori

Anche rappresentanti locali italiani chiedono un ruolo maggiore

Redazione ANSA

BRUXELLES -  I rappresentati del Comitato Ue delle Regioni sono pronti a portare la Conferenza sul futuro dell'Europa nelle città e nelle regioni europee, per dare davvero voce a tutti. "Per animare questo dibattito è necessaria una forte alleanza con l''esercito' degli amministratori locali dei 27 Stati membri, oltre un milione di eletti che possono essere il motore di un dibattito e un confronto a partire dalle zone più periferiche", ha detto Luca Menesini (Pd), presidente della provincia di Lucca.

Menesini ha dunque lanciato due appelli: "alle istituzioni comunitarie affinché il dibattito non resti relegato agli stakeholder classici" e "ai colleghi membri del Comitato delle Regioni affinché diventino il vero motore di questo dibattito sul territorio". Secondo Piero Mauro Zanin (Ppe), presidente del consiglio regionale del Friuli-Venezia Giulia, il modello degli Stati nazionali "ha creato disaffezione nel nostro popolo" mentre "la nuova Europa dovrà essere strutturata sulle comunità regionali e locali".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: