Padova e Firenze, al via Living-in.eu su digitale sostenibile

Migliori servizi per 300 milioni di cittadini europei entro 2025

Redazione ANSA

BRUXELLES - Unire le forze per promuovere la trasformazione digitale sostenibile, così che ogni comunità possa godere di vantaggi economici, ambientali e sociali in un'Europa più coesa. Questo è l'obiettivo di Padova e Firenze che firmano per partecipare a Living-in.eu, la piattaforma promossa tra gli altri dal Comitato europeo delle Regioni (CdR), la Commissione e la rete Eurocities, e lanciata oggi durante il CityxCity Festival. L'iniziativa promuove autorità locali più 'smart', migliori servizi pubblici, accessibilità, standard comuni, condivisione di conoscenze e cooperazione a vantaggio di almeno 300 milioni di cittadini europei entro il 2025. In Italia, collabora anche il dipartimento di informatica dell'Università di Torino.

Secondo Eddy Hartog, capo unità di Dg Tecnologia alla Commissione, "è un chiaro segno che le istituzioni europee si impegnano con le città e partecipano a un movimento dal basso". Opinione condivisa da Jorge Azcón, sindaco di Saragozza (Spagna) e membro del CdR, che si è impegnato a raggiungere la neutralità climatica attraverso la tecnologia nella sua città, ma anche a dare il buon esempio altrove. "Attraverso Living-in.eu siamo in grado di lavorare insieme a più città e regioni per creare un'Europa sostenibile, resiliente e vivibile", sottolinea Azcón. L'idea è nata nel 2019 dopo la dichiarazione 'Join, boost, sustain' sostenuta dalla presidenza Ue finlandese, per una trasformazione digitale sostenibile e l'implementazione transfrontaliera.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: