Coronavirus: Regioni Ue, Europa risponde ad appello territori

Presidente CdR Tzitzikostas, leader locali restino attori chiave

Redazione ANSA

BRUXELLES - Le nuove misure presentate oggi dalla Commissione Ue "rispondono al recente appello del Comitato europeo delle Regioni (CdR) e delle numerose autorità locali e regionali che stanno chiedendo un migliore sostegno per i loro sforzi nel contrastare le conseguenze sociali, economiche e sanitarie della crisi corinavirus". L'esecutivo comunitario deve "garantire che le regioni rimangano degli attori chiave nella pianificazione e nella messa in pratica delle misure". Così in una nota il presidente del CdR, Apostolos Tzitzikostas.

"E' fondamentale" che il fondo anti-disoccupazione da 100 miliardi SURE "sia in grado di dare sollievo alle famiglie e agli imprenditori e preservi la capacità produttiva delle nostre economie regionali", afferma Tzitzikostas. Il CdR "garantirà un controllo sul terreno, per valutare come queste misure rispondano ai bisogni quotidiani delle nostre comunità locali".

Il presidente accoglie con favore la proposta di usare i margini del bilancio Ue per investire ulteriori 3 miliardi di euro nel sistema sanitario, che "risponde all'appello del CdR per un Meccanismo per l'emergenza sanitaria finanziato attraverso le risorse non spese del budget comunitario". Reazione positiva anche alla totale flessibilità concessa nell'uso dei fondi strutturali europei. "Come leader locali e regionali, sosteniamo gli sforzi della Commissione che permettono una rapida riprogrammazione degli investimenti pianificati prima della crisi", afferma.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: