Coronavirus: appello città europee per maggiore solidarietà

Firma richiesta Eurocities, che riunisce oltre 140 grandi centri

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Un appello per maggiore solidarietà in Ue e per una "stretta collaborazione" fra tutti i livelli governativi, da quello europeo a quello locale. A lanciarlo sono le oltre 140 città che appartengono alla rete Eurocities, fra cui Bologna, Firenze, Genova, Milano e Roma. "Siamo profondamente preoccupati per gli effetti, a breve e a lungo termine, che avranno sulle nostre regioni e città la pandemia e il lockdown deciso da molti Paesi", si legge nella dichiarazione comune.

"Con gli strumenti giusti, i governi cittadini possono sostenere ulteriormente le persone e le economie locali durante la crisi", affermano i membri di Eurocities, che chiedono di poter lavorare con le istituzioni Ue a un piano di rilancio che assicuri anche il loro accesso a nuovi finanziamenti. I leader locali lanciano un appello per un "maggiore coordinamento della crisi e della politica sanitaria a livello Ue. La situazione attuale richiede solidarietà e una forte collaborazione far tutti i livelli di governo". Senza dimenticare gli obiettivi a lungo termine per il futuro, come la neutralità climatica del continente da raggiungere entro il 2050.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: