Europa-Regioni: città italiane,più peso a politica urbana Ue

Sindaci Milano,Bologna,Firenze a presidente eletta von der Leyen

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 9 SET - Alla vigilia della presentazione della nuova Commissione europea, si allarga all'Italia il fronte dei sindaci che chiedono a Ursula von der Leyen di assegnare a un vicepresidente del nuovo esecutivo le deleghe alle politiche urbane. Dopo le donne sindaco di Barcellona, Colonia e Stoccolma, e insieme all'unione dei sindaci polacchi e a quelli delle grandi città finlandesi, anche i primi cittadini di Milano (Giuseppe Sala), Bologna (Virginio Merola) e Firenze (Dario Nardella) hanno scritto una lettera aperta alla presidente eletta. "Insieme ai nostri colleghi europei possiamo aiutarla a realizzare molte delle ambizioni che lei ha espresso nel suo programma, come il Patto per l'ambiente (Green deal) e una nuova spinta alla democrazia europea", scrivono i sindaci italiani, che per questo chiedono alla presidente eletta di "riconoscere pienamente il ruolo delle città in Ue" assegnando a un "commissario di primo piano" le deleghe alle politiche urbane.

"Lavoriamo al livello di governo più vicino ai cittadini" ricorda nella sua lettera Nardella, che parla anche in qualità di vicepresidente di Eurocities, la rete che riunisce oltre 140 grandi metropoli europee e 45 città partner. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: