Parigi prende tempo, finanziamenti Ue per la Tav a rischio

Governo rinvia ancora decisione sulla via d'accesso

Redazione ANSA

BRUXELLES - Il governo francese prende ancora tempo nel definire la strategia per lo sviluppo della tratta nazionale della Tav Torino-Lione e rischia di perdere i finanziamenti Ue. E' quanto apprende l'ANSA a Bruxelles a margine di una tre giorni di convegni sulle TEN-T. Nel giugno scorso la Commissione europea aveva esortato Parigi ad "accelerare" nella scelta del tracciato delle strade di accesso al tunnel ferroviario.

A oggi, però, il ministro dei Trasporti Clément Beaune non avrebbe ancora espresso la decisione definitiva, dandosi tempo fino alla fine del 2022. Un rinvio che, se dovesse prolungarsi, metterebbe a rischio il co-finanziamento al 50% da parte dell'Ue di lavori che equivalgono a 130 km di linea, così come il raggiungimento dell'obiettivo ambientale auspicato dai promotori dell'opera: ridurre il traffico di mezzi pesanti sui valichi di frontiera transalpini, pari a circa un milione di mezzi all'anno.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: