Stoltenberg, in arrivo pacchetto di aiuti Nato per Kiev

'Sul tavolo accordo Turchia-Svezia-Finlandia'

Redazione ANSA
BRUXELLES - "Mi aspetto che gli alleati a Madrid indicheranno la Russia come la principale e la più immediata minaccia per la nostra alleanza". Lo ha detto il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg nella conferenza stampa di presentazione del vertice di Madrid.
In questa occasione, ha spiegato il capo dell'Alleanza transatlantica, verrà approvato il più importante rafforzamento delle proprie capacità dalla fine della Guerra Fredda e porterà le forze ad alta prontezza oltre la soglia delle 300 mila unità.

Domani a Madrid, su richiesta di Stoltenberg, avrà luogo un incontro tra i leader di Turchia, Finlandia e Svezia. "Non posso fare promesse - ha aggiunto il segretario generale - ma stiamo lavorando per la soluzione dei problemi".

"La Turchia ha sollevato alcune questioni e la nostra ambizione è di arrivare a un accordo in breve tempo, possibilmente prima del summit di Madrid. Ho avuto sabato uno scambio di vedute con il presidente Erdogan, e le posso definire costruttive. Come membro della Nato saremmo solidali alla Turchia: la Svezia condanna il terrorismo in modo inequivocabile e per andare incontro ai timori della Turchia sono state rafforzate le leggi sul terrorismo, analizzate le richieste di estrazione". Lo ha detto il primo ministro della Svezia, Magdalena Andersson, al quartier generale della Nato a Bruxelles.

"Al summit di Madrid ci sarà una sessione speciale sul terrorismo. La Svezia ha intrapreso misure pratiche per rispondere alle legittime preoccupazioni della Turchia, compresa una nuova legislazione sul terrorismo, nuove indagini di polizia sul PKK e sta considerando le richieste di estradizione presentate da Ankara. Ora stiamo lavorando ad un accordo tripartito tra Svezia, Finlandia e Turchia sui temi della sicurezza, del terrorismo e dell'export delle armi". Lo ha detto il segretario generale della Nato conferenza stampa con la premier svedese Magdalena Andersson.

"Al vertice - ha spiegato Stoltenberg - concorderemo un pacchetto di assistenza globale rafforzato per l'Ucraina. Questo includerà forniture sostanziali di supporto in settori come le comunicazioni sicure, i sistemi anti-drone e il carburante. A lungo termine, aiuteremo l'Ucraina a passare dalle attrezzature militari dell'era sovietica a quelle moderne della Nato e a rafforzare ulteriormente le sue istituzioni di difesa e sicurezza".

Il segretario generale della Nato ha poi indicato che il vertice di Madrid lancerà "la più grande revisione della nostra deterrenza e difesa collettiva dai tempi della Guerra Fredda". "E per farlo - ha detto - dovremo investire di più". "I dati - ha aggiunto - mostrano che il 2022 sarà l'ottavo anno consecutivo di aumenti per i bilanci della difesa tra gli alleati europei e il Canada. Entro la fine dell'anno, avranno investito oltre 350 miliardi di dollari in più da quando abbiamo concordato il nostro impegno di investimento nella difesa nel 2014. Nove alleati hanno raggiunto o superato l'obiettivo del 2%. Diciannove alleati hanno piani chiari per raggiungerlo entro il 2024. E altri cinque si sono impegnati concretamente a raggiungerlo in seguito. Il 2% è sempre più considerato come un punto di partenza, non un tetto. Concorderemo anche di investire di più insieme nella Nato, per il bene della nostra sicurezza".

Al vertice di Madrid la Nato approverà il più importante rafforzamento delle proprie capacità dalla fine della Guerra Fredda e porterà le forze ad alta prontezza oltre la soglia delle 300 mila unità, ha detto Stoltenberg. "Sono fiducioso che Vladimir Putin capisca le conseguenze di attaccare un Paese Nato, provocherebbe la risposta di tutta l'alleanza: siamo preoccupati per l'aumento delle capacità militari russe a Kaliningrad e lo abbiamo visto per molti anni, anche con armi moderne. La Lituania non fa altro che implementare le sanzioni decise dall'Ue", ha sottolineato. "Mi aspetto che gli alleati a Madrid indicheranno la Russia come la principale e la più immediata minaccia per la nostra alleanza", ha aggiunto il politico norvegese.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: