Accordo unanime sul primo pacchetto di sanzioni a Mosca

'Da europei risposta rapida, è un momento pericoloso per Europa'

Redazione ANSA

BRUXELLES - "E' un momento particolarmente pericoloso per l'Ue. La Russia ha messo in campo una chiara escalation, questi sviluppi seguono chiaramente l'agenda del Cremlino sin dal 2008 e dal 2014. Di fronte a questa situazione gli europei, con una riposta rapida, in 24 ore, hanno raggiunto un accordo unanime per un pacchetto di sanzioni" che presenterò al consiglio.

"E' un pacchetto che danneggerà la Russia". Lo dice l'Alto Rappresentante Ue della Politica Estera Josep Borrell al termine della riunione straordinaria dei ministri degli Esteri europei. "Gli sforzi diplomatici continueranno - ha aggiunto - Dobbiamo prevenire ad ogni costo il conflitto. Abbiamo ora ricevuto la richiesta dell'Ucraina di aiutarli nell'affrontare attacchi cyber e noi manderemo una missione" per questo.

Le sanzioni riguarderanno anche "i membri della Duma russa che hanno votato questa violazione del diritto internazionale e dell'integrità territoriale e della sovranità dell'Ucraina", ha spiegato Borrell. Colpita sarà anche "la capacità dello Stato russo e del Governo di accedere al nostro mercato dei capitali e finanziari e dei servizi", con limitazioni "all'offerta di finanziamento e all'accesso del loro debito sovrano".

Target delle sanzioni, ha spiegato Borrell, saranno "i decisori responsabili" delle minacce all'Ucraina avendo offerto "supporto finanziario e materiale o avendone dei benefici", ai soggetti "nel settore della difesa che hanno avuto un ruolo nell'invasione". Altro target saranno "le banche che stanno finanziando i decisori russi" e le operazioni nei territori 'separatisti' del Donbass, le cui relazioni economiche con l'Ue saranno al pari oggetto di sanzioni come è stato fatto in Crimea "per assicurare che quei responsabili sentano chiaramente le conseguenze economiche delle loro azioni illegali e aggressive". Borrell infine ha espresso "apprezzamento per la Germania per aver reso forte il nostro messaggio unitario" decidendo da parte propria lo stop all'autorizzazione di Nord Stream 2.

"Siamo d'accordo sull'analisi della situazione e sulla gravità della situazione della palese violazione del diritto internazionale e dell'integrità territoriale dell'Ucraina", aggiunge il ministro degli esteri francese Jean-Yves Le Drian"Tra di noi europei - spiega - c'è anche solidarietà, e c'è grande solidarietà nei confronti di Kiev. Saranno sanzioni pesanti e abbiamo anche delle riserve di sanzioni se la Russia dovesse mostrare di andare ancora più lontano" nella sua escalation. 

Il riconoscimento di Donetsk e Lugansk da parte della Russia è "completamente inaccettabile". "Finalizzeremo rapidamente il pacchetto di sanzioni", che "hanno come target individui e società coinvolte in queste azioni, banche che hanno finanziato l'esercito russo e l'apparato e contribuito alla destabilizzazione". "Limiteremo la capacità del governo russo di raccogliere capitali sui mercati finanziari europei". Lo ha detto la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen in una dichiarazione sulle sanzioni decise dall'Ue nella crisi ucraina.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: