Venerdì Simson sarà in Azerbaijan per le forniture di gas

È la prima volta che la commissaria partecipa di persona

Redazione ANSA

BRUXELLES - Il 4 febbraio la commissaria Ue per l'Energia Kadri Simson si recherà a Baku per la riunione del Consiglio consultivo del corridoio del gas meridionale. Lo apprende ANSA da fonti Ue.

Oltre a partecipare per la prima volta di persona ai lavori del Consiglio, Simson "avrà incontri bilaterali con i ministri dell'energia e delle risorse naturali dell'Azerbaigian", proseguono le fonti, "sul ruolo dell'Azerbaigian nella diversificazione delle forniture di gas all'Europa" e l'"aumento delle forniture attraverso il gasdotto transadriatico TAP".

"Il Consiglio discuterà le possibili opzioni per l'estensione del corridoio meridionale del gas verso nuovi mercati energetici, in particolare quelli in cui potrebbe favorire l'eliminazione graduale del carbone", prosegue il funzionario Ue aggiungendo che "anche la riduzione delle emissioni di metano sarà all'ordine del giorno".

Negli incontri bilaterali con i ministri dell'energia e delle risorse naturali dell'Azerbaigian, Parviz Shahbazov e Mukhtar Babayev, la Commissaria si aspetta che le "discussioni si concentrino sul ruolo dell'Azerbaigian nella diversificazione delle forniture di gas all'Europa". "Ciò include il potenziale di aumentare la fornitura di gas attraverso il gasdotto transadriatico all'Ue - spiega il funzionario - la capacità annuale di TAP è attualmente di circa 10 miliardi di metri cubi ed è stato un fornitore stabile e affidabile per l'Ue".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: