Eccesso mortalità Ue a novembre, oltre il dato di aprile 2020

Eurostat, +27%. Indicatore Italia tra i valori più bassi, +4%

Redazione ANSA

BRUXELLES - L'eccesso di mortalità nell'Ue è aumentato nell'autunno del 2021, raggiungendo il massimo del 27% a novembre. Il valore è oltre il picco di decessi eccessivi registrato nell'aprile 2020 (+25%), ma resta sotto il balzo massimo del dato registrato a novembre 2020 (+40%). E' quanto emerge dai dati sulla mortalità in eccesso pubblicati oggi da Eurostat e basati su una raccolta di dati settimanali sui decessi.

In Italia l'indicatore è il più basso dopo quello della Svezia (-0,5%) ed è in crescita del 3,9%. In Italia si era visto un picco del 51,6% a novembre 2021, e il dato resta comunque ben lontano anche ai valori di aprile '21 (+23%), marzo '20 (+49,6%) e aprile '20 (41,7%). L'eccesso di mortalità si riferisce al numero di morti per tutte le cause misurate durante una crisi, al di sopra di quanto si potrebbe osservare in condizioni normali.

Non discrimina tra le cause di morte e non rileva differenze tra le classi di sesso o di età. Tornando al dato Ue, l'eccesso di mortalità dopo un +6% a luglio, è salito al +9% ad agosto, +13% a settembre e +18% a ottobre 2021 (rispetto alle medie degli stessi mesi 2016 - 2019). Tra i singoli Stati membri, i valori maggiori dell'indicatore a novembre si sono visti in Bulgaria (+88%) e Romania (+84%).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: