Stoltenberg, da Nato-Ue può venire risposta forte

'Nuove azioni della Russia avranno un costo'

Redazione ANSA

BRUXELLES - La Bielorussia e la situazione ai confini europei sarà uno dei temi che i ministri degli esteri della Nato affronteranno alla riunione a Riga. Lo ha annunciato il segretario generale dell'Alleanza atlantica Jens Stoltenberg, affermando che il "regime di Lukashenko sta usando persone vulnerabili per fare pressione sui paesi vicini".

La Nato, ha aggiunto è "solidale con tutti gli alleati colpiti" ed in questo contesto l'Alleanza atlantica lavora "anche a stretto contatto con l'Unione europea", in quanto "né l'Unione Europea né la Nato hanno tutti gli strumenti" per rispondere a questa crisi.

"Insieme possiamo fornire una risposta forte a ciò che vediamo", ha detto il politico norvegese, precisato che una dimostrazione dell'unità Ue-Nato è stata il viaggio che ha fatto con la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen in Lituania e Lettonia, domenica scorsa. "Ciò dimostra che le due organizzazioni sono solidali con gli Alleati e gli Stati membri dell'Ue", ha concluso Stoltenberg.

"I ministri degli esteri hanno un'agenda molto fitta" e "affronteranno una vasta gamma di questioni diverse, in particolare la situazione in e intorno all'Ucraina. Vediamo un aumento" della presenza "militare russa con mezzi pesanti, droni e truppe pronte al combattimento. Chiediamo alla Russia di essere trasparente perché tutto ciò è immotivato e non ha spiegazioni". Ha poi aggiunto Stoltenberg a margine dell'incontro dei ministri degli esteri dell'Alleanza atlantica a Riga. "La Russia deve essere trasparente e deve ridurre le tensioni e ridurre l'escalation", ha concluso Stoltenberg.

"La Russia non ha nessun potere e non può interferenza nel processo politico" sull'ipotetico ed eventuale ingresso dell'Ucraina nella Nato. Ha continuato Stoltenberg alla conferenza stampa nella prima giornata della ministeriale esteri a Riga. "L'Ucraina è una nazione indipendente e sovrana e decide da sola" e Mosca non avrà alcun "potere di veto".

"Siamo uniti di fronte ad ogni azione aggressiva della Russia" e "ogni ulteriori mossa contro l'Ucraina comporterebbe gravi costi politici ed economici per la Russia. La Nato ha aumentato la sua presenza militare nella regione del Mar Nero in mare, a terra e in aria". ha sottolineato Stoltenberg alla conferenza stampa. "Continuiamo a valutare e analizzare ulteriori aggiustamenti nella nostra presenza nella zona", ha  concluso.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: