Borrell, creiamo legami con chi condivide i nostri valori

Ma collaborare anche con Russia e Cina su problemi globali

Redazione ANSA

BRUXELLES - "La risposta su cosa determinerà il nostro futuro nel mondo come Europa è semplice: dovremo essere chiari su quale sarà la narrativa" che intendiamo adottare, la nostra posizione e le nostre partnership. Dobbiamo cercare di creare dei legami forti con quei partner che condividono i nostri valori come la democrazia, o un sistema di regole basate sull'ordine internazionale". Così l'Alto rappresentante Ue Josep Borrell intervenendo alla conferenza The State of the Union 2021, organizzata dallo European University Institute di Fiesole.

"La buona notizia è il cambiamento delle relazioni transatlantiche con la nuova amministrazione Usa", ma parallelamente "ci sono anche i paesi autoritari che sono diventati più assertivi", e c'è il rischio che questi "autoritarismi sfidano sempre di più le democrazie, creando una polarizzazione ed un mondo diviso in due campi - ha aggiunto Borrell - . Tutto questo non è nel nostro interesse" Secondo l'Alto rappresentante "dobbiamo invece continuare a impegnarci al di sopra dei nostri disaccordi con paesi come la Cina o la Russia e dobbiamo lavorare" insieme ad esempio sui "problemi globali come il cambiamento climatico che richiedono una collaborazione anche con paesi con i quali non condividiamo gli stessi valori". Per raggiungere questo, conclude il politico spagnolo serve un "bilanciamento tra valori e interessi" e "questo bilanciamento occuperà le nostre risorse intellettuali negli anni a venire"

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: