Erasmus finisce sui 2 euro, omaggio ai 35 anni del programma

Erasmo da Rotterdam darà volto a nuova moneta in circolo da 2022

Redazione ANSA

BRUXELLES - A 35 anni dalla sua nascita, l'Erasmus finisce sui 2 euro. Con una nuova moneta commemorativa che verrà coniata l'anno prossimo, l'Europa rende omaggio all'emblema della sua unità, il programma che ogni anno consente ai giovani di studiare in tutto il Continente e di fare esperienze che spesso cambiano la loro vita. La futura moneta, disegnata dal medaglista e pittore francese Joaquin Jimenez della Monnaie de Paris, mostra il profilo del grande teologo e umanista Erasmo da Rotterdam, simbolo dell'ispirazione intellettuale del programma di interscambio universitario.

Nato in Olanda nel 1466, l'autore del celebre Elogio della follia fu infatti un grande viaggiatore e percorse le rotte delle principali città europee con il desiderio di studiare e approfondire le differenti culture. Accanto, è rappresentata un'allegoria dell'influenza dell'Erasmus sull'Europa, simboleggiata da un intreccio di connessioni che attraversano la moneta e rappresentano gli scambi intellettuali e umani tra gli studenti.

In rilievo, elementi geometrici dell'intreccio formano il numero 35, come gli anni di vita del programma. Il bozzetto di Jimenez si è guadagnato oltre 22mila preferenze su oltre 72mila voti, sbaragliando la concorrenza degli altri 70 modelli presentati al concorso indetto da Bruxelles. La moneta sarà ora coniata da tutte le officine della zona euro e circolerà nelle tasche dei cittadini a partire dal 1 luglio 2022.

"Per più di tre decenni, Erasmus+ ha permesso ai giovani europei di studiare in un altro Paese dell'Ue, arricchendo le loro vite e i loro curriculum. Erasmus+ e l'euro sono due dei simboli più tangibili dell'unità europea, quindi è molto appropriato celebrare il successo del programma con questa speciale moneta", ha commentato il commissario europeo per l'Economia, Paolo Gentiloni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: