Eurostat, neet Italia salgono al 23,3%, dato più alto in Ue

Sono 2,1 milioni i giovani che non studiano e non lavorano

Redazione ANSA

ROMA - I giovani tra i 15 e i 29 anni che non studiano, non lavorano e non sono impegnati in percorsi di formazione con la pandemia in Italia sono aumentatati passando dal 22,1% del 2019 al 23,3% nel 2020. Lo si legge nelle statistiche Eurostat appena aggiornate secondo il quale il dato è il peggiore in Europa con quasi 10 punti oltre la media dell'Ue a 27 (13,7%).

Si tratta di 2,1 milioni di giovani, in aumento di 97.000 unità sul 2019. Per le donne la percentuale sale al 25,4% (oltre una su quattro) mentre per gli uomini è al 21,3%, oltre dieci punti superiore alla media Ue. Si interrompe così la discesa annua della percentuale di Neet iniziata nel 2015.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: