L'Unione europea non ripagherà i debiti del Montenegro con la Cina

Podgorica ha chiesto aiuto per un prestito da 1 miliardo di dollari per un'autostrada

Redazione ANSA

BRUXELLS "L'Europa non ripagherà i prestiti" che il Montenegro e altri Stati partner nei Balcani "hanno contratto con terze parti". Così il portavoce di Josep Borrell, Peter Stano, rispondendo ai giornalisti in merito alla richiesta di assistenza rivolta dal governo di Podgorica all'Ue per pagare il debito contratto con la banca cinese ExIm Bank per la costruzione di un'autostrada nel Paese.

L'accordo risale al 2014 e prevede un prestito da parte dell'istituto di credito cinese del valore di un miliardo di dollari per il finanziamento dell'85% dell'autostrada. "L'Europa è preoccupata per gli effetti socio-economici e finanziari di alcuni investimenti cinesi in Montenegro, esiste un rischio di squilibri macroeconomici e di dipendenza dal debito", ha aggiunto, ricordando tuttavia che gli Stati partner "sono liberi di stabilire i propri obiettivi di investimento". "L'Ue - ha ricordato - è già il maggiore fornitore di assistenza finanziaria, il maggiore investitore e il maggiore partner commerciale del Montenegro, e la stessa cosa vale per gli altri Paesi dei Balcani".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: