Con AstraZeneca la Commissione cerca 'soluzione amichevole'

Vogliamo dosi sufficienti vaccini

Redazione ANSA

BRUXELLES - La Commissione europea ha inviato la lettera di messa in mora ad AstraZeneca "per fare in modo che l'azienda consegni dosi di vaccino sufficiente" secondo i contratti. "Contatti sono in corso per arrivare ad una soluzione amichevole". Così un portavoce della Commissione europea alle domande sullo stato dell'arte dei contatti con la casa anglo-svedese. "Per quanto ci riguarda il contratto con AstraZeneca, ci aspettiamo dall'azienda la consegna del numero sufficiente di dosi nei tempi previsti e continuiamo a seguire la situazione insieme a Ema ed Ecdc", ha aggiunto.

Nella sua valutazione sul vaccino AstraZeneca "l'Ema ha detto che i benefici superano i rischi, è prematuro fare speculazioni su cosa potrebbe succedere" in termini di possibili modifiche "agli ordini o al ritiro degli ordini" da parte degli Stati membri. "Dobbiamo continuare ad agire in linea con l'approccio scientifico" dell'Ema, ha aggiunto un portavoce della Commissione europea rispondendo ai giornalisti.

"I governi nazionali possono prendere le loro decisioni" su eventuali restrizioni sul vaccino di AstraZeneca. "Una decisione in uno Stato membro può avere conseguenze sugli altri". Ma la mancata unità per una posizione comune "non è la fine del percorso".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: