Tribunale Ue, i marchi Halloumi e BBQloumi possono coesistere

Respinto il ricorso cipriota per tutelare formaggio locale

Redazione ANSA

BRUXELLES - Non c'è rischio di confusione tra il marchio collettivo Ue del noto formaggio cipriota Halloumi e la denominazione "BBQLOUMI" che un'azienda bulgara vorrebbe registrare a livello Ue. I due marchi possono coesistere sul mercato interno. Lo ha stabilito il Tribunale dell'Ue, che ha respinto il ricorso dell'associazione cipriota di tutela dell'Halloumi contro la decisione dell'Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale (Euipo) di dare il via libera ai bulgari. Una prima pronuncia sulla vicenda risale al 2018. Ma nel 2020 la Corte Ue aveva rinviato la causa al Tribunale perché esaminasse l'eventuale rischio di confusione per i consumatori quanto all'origine dei prodotti. Oggi il Tribunale ha deciso che le conclusioni dell'Euipo erano giuste e che il rischio di confusione non sussiste. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: