Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

La premier della Scozia alla Ue, 'noi torneremo presto'

Bruxelles, da ora grandi cambiamenti con la Gran Bretagna

Redazione ANSA

ROMA - La first minister scozzese Nicola Sturgeon non ha dubbi, e nel giorno della Brexit invia un chiaro messaggio a Bruxelles (ma anche a Londra): "La Scozia tornerà presto, Europa. Tenete la luce accesa". Sturgeon ha pubblicato il messaggio sul suo account Twitter, accompagnato dalla fotografia della scritta 'Europe-Scotland' proiettata ieri sera su una facciata della sede della Commissione Ue a Bruxelles. Nella scritta, la parola 'Europe' in verticale interseca la parola 'Scotland' in orizzontale alla lettera 'o', che viene rappresentata con un cuore di colore rosso. 

"L'accordo Ue-Regno Unito sul commercio e la cooperazione entra in vigore oggi. Ciò costituirà una solida base per la nostra continua amicizia con il Regno Unito. Ma ci saranno grandi cambiamenti", lo ha scritto su Twitter l'account della Commissione europea dopo che a mezzanotte (le 23 nel Regno) si è concluso il periodo di transizione per Londra che da oggi è ufficialmente fuori dal mercato unico europeo. I rapporti commerciali tra i due sono da oggi regolati dall'accordo firmato dai leader europei e dal premier britannico Boris Johnson alla vigilia di Natale. L'accordo di libero scambio, senza quote né dazi doganali, concluso in extremis con Bruxelles, evita una rottura brusca delle relazioni fra le due sponde della Manica, potenzialmente devastante dal punto di vista economico. Ma le conseguenze sono reali: cessa la libera circolazione di merci e persone. 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: