Secondo allarme Efsa sull'aviaria, segnalato caso in Corsica

Nessun contagio umano, ma 'tenere alta l'attenzione'

Redazione ANSA

BRUXELLES - Aumentare la sorveglianza sull'influenza aviaria, con il rischio di contagio in allevamenti di paesi precedentemente non colpiti, come l'Italia, che è alto. Di recente la Francia ha segnalato un caso in Corsica. E' il monito dell'Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa). Il virus si sta diffondendo rapidamente in tutto il continente, si legge nel secondo rapporto che l'Autorità ha pubblicato oggi. Finora non sono stati rilevati casi di contagio umano. Ma nell'ultimo mese sono stati segnalati più di 300 casi in Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Irlanda, Paesi Bassi, Svezia e Regno Unito. La maggior parte dei rilevamenti è avvenuta negli uccelli selvatici, sebbene ci siano stati alcuni focolai nel pollame. L'evoluzione dei virus va attentamente monitorata, sottolinea Efsa, per valutare il rischio in corso di comparsa di virus che possono essere trasmessi all'uomo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: